#Abolizioni

Tempo di elezioni nazionali e tuttI parlano di abolizioni. Anche io ho la mia proposta politica di ABOLIZIONE. Semplice, chiara e rivoluzionaria. Altro che tasse in meno, io vi prometto ricchezza concreta: un’esistenza felice e serena, senza vessazioni e discriminazioni. Solo per voi un’anteprima della bozza del mio programma politico al quale sto lavorando. Ecco…

Non chiamatela «caccia alle streghe»

Monta la rabbia verso chi – per criticare la mobilitazione mondiale #metoo – usa l’espressione “caccia alle streghe” verso gli uomini. Un accostamento insopportabile, per quanto mi riguarda. Vi rendete conto che anche le più comuni espressioni come “caccia alle streghe” grondano del nostro sangue, sangue caldo e vivo perché veniamo ancora oggi a poco…

A proposito della lettera pubblicata su Le Monde  

di Mariagiovanna Chiavaro Scardino Grande clamore è stato dato alla tribuna apparsa il 9 gennaio su Le Monde e firmata da 100 donne fra cui Deneuve, nessuna nota per la  vicinanza alla sensibilità femminista, per essere certa sono andata sul sito di Le monde ed effettivamente l’espressione la libertà di importunare che diventa la chiave…

Sono come tu mi vuoi?

di Elena Caruso  Noi donne siamo state cresciute ed educate a dipendere dallo sguardo maschile sul nostro corpo e all’approvazione dei maschi per ogni nostra scelta o gesto. L’idea di svincolarci dalla loro approvazione e di liberarci del loro sguardo su di noi, di non piacere e di non riuscire più a sedurli è destabilizzante….

Invecchiare, morire

Invecchiare, morire di Emma Baeri Parisi Da sempre vivo in amicizia con la vecchiaia e con la morte ma sono in grande ansia sull’invecchiare e sul morire. La serenità dei miei sentimenti amicali trova un ostacolo nei diritti civili, ancora incompiuti…ho 75 anni. Catania c’entra, fa la sua parte, il Comune dovrebbe curare questo decoro….

Pensierino notturno

di Elena Caruso A proposito di gender studies nelle scuole e nelle Università, penso che “le donne” e il femminismo non debbano essere nuovi contenuti da inserire nei programmi, il punto è mettere in discussione i linguaggi disciplinari, le regole dell’oggettività e i metodi di produzione e trasmissione del sapere . Cambiare la prospettiva, quindi,…

Cronistoria del 25 novembre 2017

  Di Sara Catania Fichera Questa storia non è esaustiva; è il racconto della mia esperienza – degli ultimi mesi – nei gruppi politici ai quali partecipo attivamente. Ciascuna di noi può aggiungere note o regalarci il suo racconto. E’ successo … E’ successo che, da quando è nato – tra maggio e giugno 2017 – partecipo…

Lesbos – Lesbo

Perversità in cucina! Sibila il bollitore. E’ tutto un Hollywood, senza finestre, La luce fluorescente ha lampi di emicrania, Al posto delle porte pudiche strisce di carta – Tendine finte di scena, una frangetta da vedova. E io sono, amor mio, una bugiarda patologica, E la mia bambina, eccola a faccia in giù sul pavimento,…

Infanzia resistente

“Un bambino senza un uomo è un bambino maleducato. Un uomo senza un bambino è un uomo cattivo”. Trovo questa frase tra appunti sparsi, col nome del suo autore, Karim Sowe, un richiedente asilo gambiano che sognava di fare laboratori sulle Pari Opportunità. Non ricordo dove ho letto questa frase, non so dove Karim sia…

Dalla pratica al metodo

di Emma Baeri Parisi C’è un passaggio nella storia del nostro movimento femminista sul quale, molti anni dopo quei generosi anni Settanta, voglio richiamare l’attenzione. Ho sempre sofferto della conflittualità politica che periodicamente riemerge nei o tra i gruppi che si richiamano al femminismo, e voglio riproporre una domanda elementare: qual è la specificità di…

La legge 194: appunti promemoria, ahimè attuali

di Emma Baeri Parisi Voglio richiamare ancora una volta il dilemma depenalizzazione-legalizzazione che fu al centro del dibattito femminista sull’aborto nei secondi anni Settanta e oltre. Dire che la depenalizzazione sia stata l’unica posizione femminista attribuendo solo alle donne dei partiti la scelta della legalizzazione non aiuta a capire fino in fondo i termini della…

Ancora tre brevi note a partire dal “sistema Weinstein”

di Elena Caruso Sul “sistema Weinstein”, sento il bisogno di pubblicare altre brevi note di commento a partire dalle reazioni misogine che si sono scatenate in Italia, a seguito delle coraggiose dichiarazioni di Asia Argento.  WEINSTEIN NON E’ MALATO, E’ IL FIGLIO SANO DEL PATRIARCATO “Non è un caso isolato è eteropatriarcato” recitava un cartello…